Un Centinaio di Stelle Neonate nel Serpente

Un Centinaio di Stelle Neonate nel Serpente

Gli astronomi, utilizzando l’osservatorio Chandra della NASA, hanno identificato nello splendente ammasso Serpente del Sud 152 sorgenti di raggi X, tra cui 95 nuovi giovani oggetti stellari (YSO), stelle ancora in fase di formazione.

L’ammasso stellare, localizzato a circa 1400 anni luce di distanza dalla Terra, è una giovane regione in cui nascono di stelle di piccola massa. Gli astronomi stimano che si estenda per circa 5 anni luce e che contenga oltre 600 stelle bambine: questo rende il raggruppamento un obiettivo eccellente per studiare l’evoluzione delle stelle e dei dischi protoplanetari nell’ambiente degli ammassi stellari. Lo studio è stato condotto da un team di astronomi dell’Harvard Smithsonian Center for Astrophysics (CfA), guidato da Elaine M. Winston. I ricercatori hanno utilizzato il telescopio spaziale Chandra per esaminare la struttura e le proprietà delle stelle dell’ammasso nelle prime fasi di formazione.

Il risultato è stata l’identificazione di 152 sorgenti di raggi X, per 66 delle quali sono state individuate le controparti nell’infrarosso, utilizzando dati del telescopio spaziale Spitzer e del Two Micron All-Sky Survey (2MASS). L’analisi finale dei dati ha permesso al team di individuare 95 nuove protostelle, una scoperta importante per gli astronomi, dal momento che la distribuzione dei giovani oggetti stellari in ammassi come il Serpente del Sud offre indizi sulla storia della formazione della regione, e in generale sulla nascita e l’evoluzione dei gruppi stellari.
[ Barbara Bubbi ]

Libro consigliato per approfondire l’argomento:

Acquista su Amazon.it

https://phys.org/news/2018-04-astronomers-young-stellar-serpens-south.html

Nell’immagine l’ammasso Serpente del Sud ripreso nell’infrarosso dal telescopio spaziale Spitzer
Credit NASA/JPL-Caltech/L. Allen (Harvard-Smithsonian CfA) & Gould’s Belt Legacy Team