30 Doradus in infrarosso

30 Doradus in infrarosso

Il giovane, massiccio ammasso stellare, chiamato R136, ha un’età di soltanto pochi milioni di anni e risiede nella nebulosa 30 Doradus, una turbolenta regione di formazione stellare nella Grande Nube di Magellano, una galassia satellite della nostra Via Lattea.

Non vi è alcuna regione di formazione stellare nota nella nostra galassia così grande o prolifica come 30 Doradus. R136a1 è ad oggi considerata la stella più massiccia conosciuta, con una massa stimata oltre 260 volte quella del Sole.

Molte delle stelle simili a diamanti sono tra le stelle più massicce conosciute, più di 100 volte più massicce del nostro Sole. Queste stelle possenti sono destinate ad esplodere come supernove nel giro di pochi milioni di anni. Le stelle brillanti stanno scavando profonde cavità nel materiale circostante, scatenando un torrente di luce ultravioletta, e poderosi venti stellari, che spazzano l’avvolgente nube di idrogeno gassoso in cui sono nate le stelle.

Oltre a scolpire il gas circostante, questi astri brillanti possono contribuire a creare una nuova generazione di astri. Quando i venti colpiscono le dense pareti di gas creano onde d’urto, che possono generare una nuova ondata di nascita stellare.

https://www.spacetelescope.org/images/opo0932d/

Credit: NASA, ESA, F. Paresce (INAF-IASF, Bologna, Italy), R. O’Connell (University of Virginia, Charlottesville), and the Wide Field Camera 3 Science Oversight Committee