Scovati Nuovi Pianeti in Orbita attorno a Nane Rosse

Scovati Nuovi Pianeti in Orbita attorno a Nane Rosse

 

Un team di ricercatori guidato da Teruyuki Hirano del Tokyo Institute of Technology ha confermato la scoperta di 16 esopianeti in orbita attorno a 12 stelle nane rosse. Una delle nane rosse più luminose, K2-155, situata a circa 200 anni luce dalla Terra, vanta la presenza di tre super-Terre in orbita. Fra queste, il pianeta più esterno, K2-155d, con raggio 1,6 volte quello terrestre, potrebbe trovarsi all’interno della zona abitabile della sua stella.

La scoperta, pubblicata su The Astronomical Journal, si basa su dati della missione K2 del telescopio Kepler e su osservazioni successive con telescopi a terra, il telescopio Subaru alle Hawaii e il Nordic Optical Telescope (NOT) in Spagna. I ricercatori hanno scoperto che K2-155d potrebbe supportare acqua liquida in superficie, basandosi su simulazioni climatiche. Tuttavia è necessaria una stima più precisa del raggio e della temperatura della stella K2-155 per concludere definitivamente che il pianeta si trovi in zona abitabile. Una scoperta importante derivante da questo studio è che i pianeti in orbita attorno a nane rosse hanno caratteristiche simili a quelle dei pianeti in orbita attorno a stelle di tipo solare.

Gli autori dello studio hanno messo in relazione il raggio dei pianeti presenti attorno a nane rosse con l’intensità di radiazione ricevuta e con la metallicità della loro stella, confermando che per periodi di rotazione inferiori a due giorni i pianeti con raggio superiore a 2 raggi terrestri sono meno comuni rispetto ai pianeti con raggio tra 1 e 2 raggi terrestri. Hirano afferma che la spiegazione più probabile per la mancanza di grandi pianeti in prossimità delle loro stelle è la fotoevaporazione, che può strappare via l’involucro dell’atmosfera planetaria.

Il team si è occupato anche di indagare sul rapporto tra raggio del pianeta e metallicità della sua stella. “Sono stati scoperti grandi pianeti solo attorno a stelle ricche di metalli”, spiega Hirano, “e ciò che abbiamo scoperto è in linea con le previsioni. I pochi pianeti con raggio circa 3 volte quello terrestre sono stati individuati attorno alle nane rosse più ricche di metalli”. Il team prevede che saranno scoperti molti più esopianeti dopo il lancio della missione Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS) della NASA, previsto ad Aprile. “Ci si attende che TESS scopra molti pianeti candidati attorno a stelle luminose vicine alla Terra”, afferma Hirano. “Questo renderà molto più facili osservazioni successive, incluse indagini sulle atmosfere planetarie e sulla precisa orbita dei pianeti”.
[ Barbara Bubbi ]

Nell’immagine rappresentazione artistica di due super-Terre in orbita attorno a una nana rossa
Image credit: Alex Boersma

https://phys.org/news/2018-03-planets-cool-dwarf-stars.html