Il Ruolo di Saturno nella Formazione delle Lune di Giove

Il Ruolo di Saturno nella Formazione delle Lune di Giove

Secondo un nuovo studio Saturno avrebbe giocato un ruolo importante nella formazione delle lune galileiane di Giove. L’azione gravitazionale del Signore degli Anelli in formazione nella nebulosa solare primordiale avrebbe scagliato planetesimi verso Giove e il Sistema Solare interno, fornendo materiale a sufficienza per formare i satelliti più grandi del gigante gassoso.

I quattro satelliti di Giove noti come satelliti galileiani – Io, Europa, Ganimede e Callisto – sono stati scoperti da Galileo Galilei. Sono più grandi di Plutone, e Ganimede è la luna più grande del Sistema Solare, superando in dimensione perfino il pianeta Mercurio. Si ritiene che alcune di queste lune ospitino oceani d’acqua sotto la crosta ghiacciata, il che apre la possibilità che possano ospitare forme di vita elementare.

Secondo alcune ipotesi le lune galileiane si sarebbero formate da un disco di materia che circondava Giove nelle prime fasi della nascita del pianeta gigante. Tuttavia rimane incerta la provenienza degli elementi costruttivi di questo disco. Alcuni scienziati hanno suggerito che Giove, quando si è formato nel disco di gas e polveri che circondava il Sole neonato, abbia scavato una lacuna nel disco protoplanetario. Questo gap potrebbe aver isolato il gigante gassoso dal resto del disco, rendendo difficile spiegare come Giove possa avere raccolto sufficiente materiale per formare le sue gigantesche lune.

Ora i ricercatori ipotizzano che le lune galileiane possano essersi formate con l’aiuto di Saturno. Gli scienziati, guidati da Thomas Ronnet dell’Aix Marseille University in Francia, hanno sviluppato modelli a computer della lacuna che Giove formò nel disco protoplanetario e hanno scoperto che nel corso del tempo potrebbe essersi accumulata una riserva di planetesimi nel bordo esterno della lacuna. Il nucleo di Saturno si sarebbe formato all’interno di questa riserva, o sarebbe migrato in seguito nella regione. L’azione gravitazionale del Signore degli Anelli in formazione avrebbe scagliato planetesimi verso Giove e il Sistema Solare interno, fornendo abbastanza materiale da formare i satelliti galileiani.

“Queste scoperte dimostrano come la presenza dei pianeti giganti contribuisca a plasmare i sistemi planetari e la distribuzione dei corpi minori”, ha detto Ronnet. Lo studio suggerisce che le lune giganti si formino con maggiore probabilità attorno a pianeti situati all’interno di sistemi multi-pianeta, piuttosto che in sistemi con pianeti isolati.
[ Barbara Bubbi ]

Libro consigliato per approfondire l’argomento: 

Acquista su Amazon.it

Image Credit: NASA/JPL-Caltech/SSI
https://www.space.com/40350-saturn-core-critical-jupiter-moon-formation.html