Il Gigante e la Nana Bruna

Il Gigante e la Nana Bruna

Utilizzando la tecnica del microlensing gravitazionale gli astronomi hanno scoperto un nuovo pianeta gigante in orbita attorno a una nana bruna localizzata nel bulge della Via Lattea. Il mondo alieno, chiamato OGLE-2017-BLG-1522Lb, è meno massiccio di Giove del 25 percento.

Il microlensing gravitazionale avviene quando la gravità di un oggetto in primo piano, che agisce come una sorta di lente, devia e amplifica la luce di una stella di fondo che si trova momentaneamente allineata con esso dal nostro punto di vista: è possibile quindi ricavare indizi sulla natura dell’oggetto in primo piano e sui pianeti che eventualmente gli orbitano attorno.

OGLE-2016-BLG-1190 è stato scoperto nell’Agosto 2017 come evento di microlensing dalla collaborazione Optical Gravitational Lensing Experiment (OGLE), un progetto con base all’università di Varsavia. In seguito un team internazionale di astronomi ha preso in esame l’evento e ha scoperto la presenza di un sistema composto da un gigante gassoso in orbita attorno ad una nana bruna.

Secondo lo studio OGLE-2017-BLG-1522Lb ha una massa di circa 0,75 masse gioviane e orbita attorno alla nana bruna ad una distanza di circa 0,59 unita astronomiche. I ricercatori ipotizzano con probabilità del 75 percento che ad ospitare il gigante sia una nana bruna circa 46 volte più massiccia di Giove. Gli astronomi sottolineano l’importanza della loro scoperta, facendo notare che OGLE-2017-BLG-1522Lb potrebbe essere il primo pianeta gigante individuato ad essersi formato in un disco protoplanetario attorno ad una nana bruna.
[ Barbara Bubbi ]

La rappresentazione artistica mostra il pianeta Giove accanto a una nana bruna (sulla sinistra). Anche se la nana bruna ha dimensioni paragonabili a quelle di Giove, può essere decine di volte più massiccia.
Credit NASA/IPAC/R. Hurt (SSC)

https://phys.org/news/2018-03-astronomers-giant-planet-orbiting-brown.html