La Distruzione Incombente di NGC 1427A

La Distruzione Incombente di NGC 1427A

Cosa succede quando una galassia va a capitare in mezzo alla folla sbagliata?

La galassia irregolare NGC 1427A è uno spettacolare esempio di rissa stellare risultante. Soggetta alla stretta gravitazionale di una gang di galassie, chiamata Ammasso della Fornace, la piccola galassia bluastra sta precipitando a capofitto nel gruppo a 600 chilometri al secondo.

NGC 1427A, a circa 62 milioni di anni luce dalla Terra, in direzione della costellazione della Fornace, mostra numerose, calde stelle blu in questa immagine ottenuta dal telescopio spaziale Hubble. Queste stelle blu si sono formate poco tempo fa, il che dimostra che la formazione stellare è ancora in corso in tutta la galassia. Gli ammassi di galassie, come l’ammasso della Fornace, contengono centinaia o persino migliaia di singole galassie. All’interno dell’ammasso è presente una notevole quantità di gas, e quando questo gas collide con il gas di NGC 1427A, viene compresso al punto che comincia a collassare per effetto della gravità. Questo porta alla formazione della miriade di nuove stelle osservate in tutta NGC 1427A, tanto che la galassia sembra una freccia che punta nella direzione del suo moto ad alta velocità. Anche le forze mareali delle vicine galassie nell’ammasso possono svolgere un ruolo nell’innescare la formazione stellare su scala così massiccia.

NGC 1427A non sopravviverà a lungo come galassia identificabile passando attraverso l’ammasso. Entro il prossimo miliardo di anni, sarà completamente distrutta, spargendo le sue stelle e lasciando gas nello spazio intergalattico all’interno dell’ammasso della Fornace.

In alto a sinistra rispetto a NGC 1427A si trova una galassia di fondo che capita nei pressi della linea di vista di Hubble, ma è circa 25 volte più lontana. In contrasto con la forma irregolare di NGC 1427A, la galassia di fondo è una magnifica spirale, in certo modo simile alla nostra Via Lattea. Si stanno formando stelle nei suoi simmetrici bracci, che possono essere rintracciate nel nucleo brillante della galassia. Questa galassia è, però, meno dominata da stelle molto giovani rispetto a NGC 1427A, fatto che le dà una colorazione generale più giallastra. Galassie distanti di varie forme e colori sono sparse in tutta l’immagine.

La distruzione di oggetti come NGC 1427A è parte integrante della formazione e dell’evoluzione degli ammassi. Si ritiene che questi eventi siano stati molto comuni durante l’Universo primordiale. Così l’imminente distruzione di NGC 1427A offre uno scorcio di un tempo antico e caotico del nostro Universo.

http://hubblesite.org/newscenter/archive/releases/2005/09/image/a/

Credit: NASA, ESA, and The Hubble Heritage Team (STScI/AURA)