Fontana galattica

Fontana galattica

 

Questa spettacolare immagine ripresa dal telescopio  Hubble mostra il profilo di taglio dell’esile galassia a spirale NGC 5775. Anche se la spirale è inclinata in questo modo rispetto a noi, una simile prospettiva può essere vantaggiosa per gli astronomi perché le regioni al di sopra e al di sotto sotto del disco galattico possono essere osservate più chiaramente.

Ad esempio, gli astronomi hanno utilizzato in passato la notevole inclinazione di questa spirale per studiare le proprietà dell’alone di gas caldo visibile osservando la galassia nei raggi X. Il meccanismo alla base di questi aloni non è chiaro, ma si trovano in special modo attorno a spirali con alto tasso di formazione stellare, come NGC 5775. Alcuni astronomi ritengono che il gas caldo dal disco sia portato nell’alone da esplosioni di supernova e altri eventi estremi, e venga poi restituito al disco quando si raffredda, quasi si trattasse di una massiccia fontana galattica.

Ci sono ulteriori perturbazioni nel disco di NGC 5775, in quanto si trova nei primi stadi di una fusione galattica. Gli astronomi hanno osservato ponti di idrogeno gassoso che collegano questa galassia ad una spirale nelle vicinanze (NGC 5774). Ma nessuna delle due galassie è dotata ancora di una coda mareale, un flusso di gas e stelle che si estende nello spazio, molto comune nelle coppie fortemente interagenti, come le galassie Antenne.
NGC 5775 e NGC 5774 fanno parte dell’Ammasso della Vergine e si trovano ad una distanza di circa 85 milioni di anni luce dalla Terra.

[ Barbara Bubbi ]

Credit: ESA/Hubble & NASA